#MappaScuoleDiverse

 

Abbiamo cominciato a riflettere sul ruolo della scuola e sulle forme che può assumere su Tropico del Libro, con il dossier Liberi a Scuola, e sosteniamo la riflessione affine avviata da Comune-info con il dossier Apprendere facendo.

 

Ora, Open Culture Atlas ha deciso di mappare le iniziative pedagogiche che si propongono di crescere persone consapevoli di sé e in armonia con gli altri.

 

Attualmente sono poche le realtà funzionanti che incarnano proposte davvero alternative alla scuola convenzionale. Ugualmente, ci è sembrato importante circoscrivere la scelta.

 

Criteri di selezione:

 

necessari

 

1) orizzontalità del rapporto tra adulti e bambini/ragazzi all’interno della comunità scolastica: essi si riconoscono su un piano di parità come persone, e l’educatore si mette a disposizione dei bambini affiancandoli, riconoscendo loro la capacità e il diritto di determinare il proprio percorso di vita e apprendimento e di gestire in modo condiviso le regole e gli spazi comunitari;

2) modalità di lezione che favoriscono l’autoapprendimento e l’autonomia, la cooperazione e la solidarietà;

3) aconfessionalità e non discriminazione sulla base di genere e provenienza geografica.

 

importanti

 

4) rapporto privilegiato con lo spazio aperto e naturale;

5) assenza di voti e scelta di metodi di valutazione autogeni e senza guidizio;

6) attenzione per le emozioni e la relazione;

7) gestione non autoritaria dei conflitti

8) non obbligatorietà della partecipazione alle attività: il bambino/ragazzo può scegliere se assistere alle lezioni oppure no.

 

L’invito è quello di segnalare altre realtà educative che si ritiene possano trovarvi posto. Così come progetti associativi che mirino alla formazione di comunità educanti, scuole, asili… e anche esperienze di homeschooling, se avete piacere di metterle in rete.

 

Come si fa? Open Culture Atlas è uno strumento gratuito e di semplice partecipazione:

ci si registra e poi si inserisce l’asilo o la scuola come luogo, con una descrizione il più esausiva possibile del tipo di attività svolta – facendo riferimento ai punti sopra definiti.

 

Quanto viene inserito è poi rintracciabile a questo link – Mappa Scuole Diverse – e sarà condiviso sui social network con l’hashtag #MappaScuoleDiverse.

 

Le reti che lo richiederanno potranno incorporare questa mappa sui loro siti. Info

 

Consiglio bibliografico per quanti sentissero il desiderio di approfondire: Descolarizzare la società, Ivan Illich.